PACCIAMATURA, POTATURA, IRRIGAZIONE Mirtillo Gigante Americano

Pacciamatura del mirtillo e Concimazione

pacciamatura del mirtilloL’obiettivo è quello di mantenere la coltivazione del nostro mirtillo il più naturale possibile senza l’apporto di fertilizzanti o concimi chimici, non verranno quindi trattate queste varianti. L’utilizzo di aghi di pino e foglie di faggio come pacciamatura intorno alla pianta del nostro mirtillo ha la molteplice funzione di trattenere l’umidità, evitare la crescita di erba e mantenere acido il terreno. A questo scopo può essere utilizzata anche della torba acida. Il letame è in genere sconsigliato perché tende ad alzare il livello di pH del terreno anche se un moderato quantitativo di stallatico di cavallo ben maturo può essere ben tollerato e giovare alla pianta. Con l’avvicinarsi dell’inverno possiamo aggiungere un ulteriore strato di pacciamatura con l’erba tagliata o foglie secche che proteggerà le radici da possibili gelate.

La Potatura

potaturaNei primi quattro anni la potatura favorisce l’apparato radicale e irrobustisce la pianta. Va eseguita tagliando i polloni più deboli che si sviluppano annualmente dal ceppo ed effettuando un leggero sfoltimento della chioma con il taglio dei rametti fruttiferi quando questi risultano troppo numerosi. Una eccessiva produzione su una pianta giovane limita infatti il suo sviluppo e ritarda o compromette la regolare formazione del cespuglio. Dal quarto anno la pianta di mirtillo gigante americano si può considerare in piena produzione e la potatura va effettuata regolarmente a fine inverno, in modo da agevolare la formazione di un cespuglio con 4-5 branche rinnovandone una o due all’anno. Si tagliano poi i rami più vecchi, quelli deboli e secchi. Se la pianta ha portamento eretto lo sfoltimento è da preferire al centro, mentre se ha portamento espanso andranno potati i rami più bassi. Nel caso la potatura non venga effettuata può succedere che la pianta vada in produzione biennale.

L’irrigazione

irrigazioneIl mirtillo soffre la siccità ed è indispensabile garantire una costante disponibilità idrica durante tutto l’anno. L’apparato radicale della pianta è superficiale e fascicolato pertanto l’umidità del suolo deve essere mantenuto soprattutto a inizio maturazione e nei periodi più caldi. In alcune zone sarà quindi indispensabile prevedere un sistema di irrigazione, in altre potrebbe essere sufficiente un saltuario apporto idrico nei periodi di particolare siccità. Il sistema di irrigazione maggiormente diffuso è l’utilizzo delle ali gocciolanti lungo la fila perché permette una distribuzione regolare e costante senza eccessivi sprechi idrici. Da evitare invece l’irrigazione a pioggia.

Torna a “Coltivazione Mirtillo Gigante Americano

Commenti chiusi