LA RECINZIONE

Qui troverete alcuni consigli su come fare una recinzione con rete a maglie sciolte e con paletti di ferro senza ricorrere ai plinti in cemento. Innanzi tutto bisogna aver ben chiaro come deve essere posizionata la struttura portante a cui andrà agganciata la nostra rete.

Recinzione

Struttura recinzione

Nella figura “struttura recinzione” sono messi in evidenza i pali e le saette di rinforzo. In prossimità dell’ingresso ci sono i pali di partenza con una sola saetta di rinforzo, i pali d’angolo con due saette a 90°, i pali intermedi senza saette e i pali di rinforzo con due saette. Per conoscere quanti paletti e saette ci servono dobbiamo innanzi tutto misurare il perimetro del nostro recinto e considerare che la distanza tra un palo e l’altro deve essere di 2,5 m, mentre i paletti di rinforzo sono necessari ogni 25 m. Nel nostro caso abbiamo deciso di sistemare i paletti senza utilizzare il cemento, quindi ci occorreranno dei supporti da impiantare nel terreno.

supporto-palettoSi possono usare delle “puntazze” da interrare a cui poi verranno agganciati i paletti, io ho utilizzato dei particolari supporti che si avvitano nel terreno tramite un’apposita chiave, li ho trovati molto comodi (se volete maggiori informazioni su questo sistema contattatemi). L’altezza dei paletti dovrà essere superiore rispetto a quella prevista per la rete perchè ovviamente una parte del palo andrà sotto terra, in genere la differenza è di 25 cm.

corda-muratoreOra possiamo cominciare a sistemare la struttura aiutandoci con una corda da muratore (lunga e abbastanza elastica) che stenderemo su tutto il perimetro e che ci permetterà di avere un confine ben dritto e allineato. La posa dei pali va iniziata dagli angoli.

Tendifilo recinzione

Tendifilo

Fatto questo bisogna legare i fili di tensione ai pali fissandoli tramite dei tendifilo come mostrato nella figura “tendifilo”. Tendiamoli bene, fino a quando sembrano la corda di una chitarra. La distanza in altezza tra i fili di tensione deve essere di 50 cm.

A questo punto srotoliamo per bene la rete a terra e controlliamo che le maglie siano tutte in ordine. Agganciamola ai fili di tensione con del filo di legatura ogni 20-25 cm. La rete deve essere ben tirata e deve essere posta all’esterno della struttura portante, se ci sono punti scomodi e bisogna farla scorrere in posizione verticale tornano molto utili dei gancetti provvisori fatti a S che tengono la rete appoggiata sui fili di tensione e permettono di muoverla. Dopo che abbiamo ben teso la rete fissiamola definitivamente ai paletti e al filo di tensione con il filo di legatura. Se dopo tutte queste operazioni il filo di tensione si è allentato un poco dare un ultimo giro al tendifilo. Nel caso il terreno sia in discesa troveremo che negli angoli la parte superiore o inferiore della rete avanzerà oltre il palo, regolarsi di conseguenza tagliandola (occhio a mantenere le maglie) oppure agganciandola in qualche modo.

cancello-recinzioneLa nostra recinzione è pronta, manca solo il cancello. Ne esistono di già pronti ma possiamo costruircelo con del pali di legno o altro materiale, io ho scelto una soluzione veloce e leggera anche se forse non è proprio la migliore. Ho preso delle barre di ferro a L forate, quelle che si usano per gli scaffali e le ho legate insieme, ci ho quindi agganciato la rete. Ho fissato il cancello con delle cerniere di metallo direttamente a un palo della recinzione, che ho ben fissato con due saette a 90°. Se volete però fare un lavoro a regola d’arte è bene che il cancello sia ancorato ad un palo predisposto a questo scopo e non sfruttarne uno della recinzione.

Buon lavoro!

Torna a “Coltivazione Mirtillo Gigante Americano

Commenti chiusi