IL TERRENO, Mirtillo Gigante Americano e pH acido

Terreno Mirtillo Gigante Americano

pH terreno Mirtillo Gigante Americano

Prima di cimentarsi nella coltivazione del mirtillo gigante americano è di fondamentale importanza conoscere l’acidità del terreno, questo parametro deve avere un pH compreso tra 4 e 5,5. In caso contrario la crescita della nostra pianta potrebbe essere compromessa anche in maniera irreversibile.

E’ consigliabile quindi affidarsi ad una figura qualificata, ad esempio un agronomo, perché sistemi più grossolani o “fai da te” come la cartina tornasole potrebbero dare risultati che si discostano sensibilmente dalla realtà (io ne ho avuto la riprova).

Se abbiamo invece deciso di coltivare solo poche piantine di mirtillo, se non addirittura una, oppure non si vuole ricorrere a valutazioni professionali più o meno onerose, nulla ci vieta di fare una prova sul campo e constatare direttamente come reagisce il mirtillo.

In ogni caso con un terreno poco acido, cioè con pH intorno al 6, la pianta avrà uno sviluppo limitato, una scarsa produzione e le foglie tenderanno all’ingiallimento. Per questo motivo un terreno che presenta un pH superiore a 5,5 è fortemente sconsigliato. Se questo però è il vostro caso e cercate un’alternativa, è possibile ricorrere alla coltivazione più “artificiosa” in vasi di adeguate dimensioni e con il giusto terreno.

Oltre al pH molto acido la pianta di mirtillo gigante americano predilige un suolo sciolto, ben drenato, ricco di sostanza organica e privo di calcare. Per quest’ultimo motivo l’irrigazione migliore è l’acqua piovana perchè quella degli acquedotti è spesso molto calcarea.

Infine, se il terreno è vergine e incolto è possibile scavare soltanto le buche in cui mettere i nostri mirtilli senza effettuare nessuna aratura. Questo perché una controllata copertura erbosa vicino alle piante limita gli sbalzi di temperatura, favorisce il mantenimento della sostanza organica e fornisce riparo alla microfauna utile alla salute del mirtillo (insetti che si cibano di parassiti).

Torna a “Coltivazione Mirtillo Gigante Americano

Commenti chiusi