Tra sole e neve – Episodio 6

Superate senza troppi eccessi le “abbuffate” natalizie mi ritrovo a gestire gli ultimi dettagli del sito, aggiungendo i link sui social network più importanti. I primi giudizi di amici e conoscenti sono confortanti, il sito rispecchia lo spirito con cui abbiamo affrontato la coltivazione: passione per le cose naturali e semplicità.

sole-neveIl mese di gennaio non crea troppi problemi alle nostre piantine che sembrano anzi irrobustirsi sempre di più. Giornate soleggiate si alternano a nevicate tutto sommato non allarmanti che modificano di volta in volta il paesaggio dipingendo tutto di bianco o facendo riaffiorare un leggero manto erboso. Chiaramente la mia attenzione è soprattutto focalizzata sulle piantine di mirtillo che sembrano adattarsi pazientemente agli umori del tempo, in attesa del permesso di Madre Natura di rifiorire in primavera.

neve-soleIn uno di questi giorni decido di andare a fare alcune foto nei dintorni sperando di trovare qualche situazione interessante e magari immortalare qualche animale selvatico. Sì perchè la neve non lascia dubbi sul fatto che di traffico intenso ce ne sia, orme di diversi animali si intrecciano sul terreno, da possibili cervi con il piccolo a chissà quali altri esseri più o meno grandi. Prendo quindi la macchina fotografica e mi faccio un giro ma, purtroppo, nessun cervo passa di lì a farsi fotografare in posa e sorridente da bravo modello… solo le orme… maleducati! Mentre mi avvio un poco deluso sul sentiero che porta verso l’auto sento dei rumori sugli alberi, alzo la testa e vedo prima dei simpatici volatili e poi dei graziosissimi scoiattoli neri che se la corrono da un ramo sentiero-boscoall’altro. Prendo velocemente la macchina fotografica in mano ma ovviamente nessun abitante del bosco è molto tranquillo al mio passaggio e non sono di conseguenza così disposti a farsi immortalare dal mio obbiettivo digitale… purtroppo ancora nessuno scatto di cui potermi vantare. Fa niente, ritorno a casa comunque con il sorriso, ho imparato una micro lezione: a volte si cerca affannosamente qualcosa per lungo tempo e proprio quando si decide di arrendersi capita l’inaspettato, senza alcuno sforzo, bastava soltanto alzare lo sguardo ed ammirare il piccolo spettacolo tra gli alberi.

mirtillo-uova

Bianco d’uovo in padella con mirtillo

Dopo queste sdolcinate è giunta l’ora di parlare di cose più pratiche. Devo prevedere infatti la raccolta di acqua per i periodi estivi di maggiore siccità e servono delle taniche che per fortuna recupero abbastanza velocemente. Bisogna ora progettare la maniera più comoda per riempirle e le alternative potrebbero essere due: la raccolta di acqua piovana o il recupero dalla vicina sorgente naturale. Per ora rimando la decisione anche perchè l’estate è lontana e comunque la neve impedisce, allo stato attuale, di portare i recipienti su a 1000 m.

Anche il discorso rete antigrandine subisce un arresto. Dopo un’attenta valutazione insieme alla mia ragazza giungiamo alla conclusione che probabilmente per ora non la metteremo. Se tutto va bene le piantine saranno al loro primo anno di fruttificazione e il raccolto sarà sicuramente esiguo, un eventuale danno da grandine sarebbe quindi contenuto. A rafforzare questa decisione è stato il pensiero di favorire l’impollinazione, volevamo infatti immettere nel campo una colonia di api ma la presenza della rete antigrandine potrebbe creare loro qualche problema ad avvicinarsi agevolmente alle piante. Insomma decidiamo per un’anno di sperimentazione con qualche rischio, ma che ci permetterà anche di valutare se le piantine si troveranno al meglio in quel clima e a quella altitudine anche durante la primavera e l’estate.
Rimane come ultimo punto il problema degli uccelli che in assenza di altro cibo potrebbero letteralmente sbaffarsi tutti i frutti, di cui, tra l’altro, sono molto ghiotti. Speriamo che l’accortezza di appendere in primavera degli oggetti riflettenti, come carta stagnola o vecchi CD, sia sufficiente. Staremo a vedere! Continua…

2 commenti:

  1. Sei stato fortunato, qui in Trentino a 1200 metri ha nevicato complessivamente 7 metri di neve, che si sono compattati in 2 metri sopra i miei poveri mirtilli dei quali un 60% si sono spezzati alla base.
    Sto pensando quale tipo di tutore usare per l’anno prossimo…sperando che nevichi si, ma non 2 metri !
    Ciao !

    • marcomariemme

      Ciao Giuliano, mi spiace molto per i tuoi mirtilli… ho però l’impressione che con tutta quella neve non ci sia tutore che tenga… se trovi però qualche soluzione interessante fammi sapere, non si sa mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *